Tag: matrimonio

Keep Calm per spose, ovvero la mia guida al giorno del si

matrimonio_sicilia_blogger_raffaellacatania

Per tutte le future spose 2016, Gennaio segna l’inizio dei veri e propri preparativi. Un anno fa ero anche io nella vostra stessa situazione così ho deciso di condividere con voi la mia esperienza raccontandovi delle mie scelte e dei vari step fatti nella lunga galoppata vero il fatidico giorno del si. Una piccola guida che spero possa aiutarvi.

CALMA E SANGUE FREDDO Da subito mi sono promessa di vivere questi mesi con assoluta serenità e spensieratezza, e lo stesso vi invito a fare. E’ un periodo importante, fatto di scelte e decisioni da prendere che vi consiglio di fare in due se ci riuscite, perchè quello sarà il giorno della coppia e non solo della sposa.

NO AI MALUMORI La famiglia sarà un elemento importante, spesso ingombrante, perchè molte scelte saranno condizionate, mettere tutti d’accordo non è mai facile, ma non permettete a nessuno di creare malumori e negatività.

LISTA Fate una lista, o appuntate su un bel quaderno nuovo (da tiger ne trovate di carini) tutto quello che vi viene in mente: idee, colori, fiori, ispirazioni. Raccogliete foto di quello che vi piace. Tutto questo rappresenterà il vostro gusto e vi aiuterà nella scelta.

TEMA Non tutti amano scegliere un tema delle nozze, ed anche io sono contraria se questo inizia a condizionare troppo ogni scelta, non vi fate incatenare da elementi condizionanti e soprattutto non coinvolgete in scelte di stile i vostri invitati. Il tema può essere un semplice fil rouge per dare un tocco di personalità al matrimonio. Vi aiuterà anche nella scelta di ogni elemento, per evitare di accozzare stili completamente diversi. Ad esempio se amate pizzi e merletti romantici per l’invito, mantenete questa scelta per i libretti della chiesa, i segna posto e la bomboniera. Il matrimonio in fondo è come raccontare una storia, i  vari elementi devono essere dosati in armonia fra loro per dare coesione e coerenza.

BUDGET Se avete deciso di porvi dei paletti di spesa, fatelo subito, perchè il mondo del wedding è vastissimo, per tutti i gusti e per tutte le tasche e ci vuole poco ad innamorarsi di qualcosa che non rientra nelle spese che vi eravate prefissate. Chiedete prezzi, fatevi fare dei preventivi e scegliete di conseguenza. Il matrimonio sarà anche un giorno importante ma dura poche ore, non avrebbe senso pagare debiti per i successivi anni.

PROFESSIONISTI Se potete, affidatevi a professionisti del settore che riescano a trasformare in realtà le vostre idee. State attente a ciarlatani e imbroglioni che con poco vi promettono miracoli, chiedete consiglio ad amici e parenti o fate qualche ricerca su internet. Io mi sono affidata a Panta Rhei e ricevo ancora complimenti per la cura dei dettagli e la magia degli allestimenti. Ve ne parlerò presto  mostrandovi come hanno saputo raccontare la “nostra storia”.

INVITO L’invito è il vero biglietto da visita del vostro matrimonio, racconta da subito qualcosa di voi, un pò come il trailer di un film. Potete scegliere tra modelli già realizzati o farvene creare uno unico con una grafica personalizzata. Vi ho già parlato dei miei qui.

TABELLA DI MARCIA Tempo per ogni cosa, nessuna fretta o ansia, seguite una tabella di marcia e non sbaglierete.

Scelta la data, di solito un anno prima, bloccate subito e nello stesso momento, chiesa e location, sono quelle le due date da far coincidere e da cui far partire tutto.

  • DICEMBRE/GENNAIO i mesi per provare e scegliere l’abito da sposa, sia che lo acquistiate in atelier sia che ve lo facciate realizzare su misura. Vi parlerò presto della mia personale esperienza nei negozi di Catania.
  • GENNAIO E’ spesso il mese delle fiere di settore, se avete ancora molte indecisioni fare un giro per queste fiere potrebbe aiutarvi, conoscerete vari professionisti, potrete vedere i loro lavori e farvi qualche idea sui prezzi. Se vivete in Sicilia vi consiglio di visitare la più grande SPOSAMI presso Le Ciminiere di Catania dal 16 al 24 Gennaio, sulla pagina Facebook trovate tutte le informazioni al riguardo. In queste fiere potrete ottenere sconti e voucher e farvi davvero una idea del tutto a 360 gradi. Registratevi anche sul sito matrimonio.it anche li troverete sconti e promozioni offerti da location e professionisti del settore.
  • FEBBRAIO Se avete già individuato il catering potrebbe essere il momento per fare una prova menù. Io la feci proprio in occasione di una cena di San Valentino organizzata dal catering. Una occasione per provare le loro pietanza ma anche per vedere tempistiche del servizio e cura del dettaglio, cose da non sottovalutare mai.
  • MARZO/APRILE Potete anche iniziare a bloccare per la vostra data fotografo e accompagnamento musicale, soprattutto se vi sposate di sabato le possibilità che le date siano impegnate è maggiore. Per la fotografia la scelta è stata per me molto veloce e semplice, ho scelto non solo per il lavoro ma anche per una sintonia a pelle, Enkant, di cui vi parlerò nel dettaglio più avanti. La musica per me non poteva proprio mancare, avevo una idea iniziare che è stata difficile da mettere in pratica ma alla fine la scelta è ricaduta su Andrea Cantieri e la sua band ed è stato un successone.
  • MAGGIO Mandati in stampa gli inviti e tempo di iniziare a spedirli per amici e parenti che vivono lontano da voi (personalmente avevo già comunicato la data delle nozze mesi prima per le persone che vivevano all’estero) e piano piano iniziare a darli di persona alle persone care e agli amici. Dare l’invito a mano, dove è possibile farlo, è un gesto molto apprezzato. E’ tempo di scegliere i fiori e stabilire i dettagli finali. Una prova trucco  e parrucco va sempre fatta, per non avere sorprese il giorno del matrimonio.
  • GIUGNO Se come me siete spose di Luglio è davvero il mese per concludere le ultime cose, definire il menù, scegliere tovagliati, prova delle fedi. Saranno i giorni prima della data finale e vi sembrerà di dover fare tante cose, ma tranquille se avete seguito la vostra tabella di marcia. Ci saranno sicuramente ultime cose da fare, ritirare le bomboniere e i segna posto, fare stampare i menù ma ricordatevi che siete in due, che siete una squadra e tutto sarà più semplice.  Vi confesso che ho fatto moltissime cose a pochi giorni dal matrimonio, la prova trucco e capelli, la scelta del menù e altri piccoli aspetti proprio perchè ho vissuto tutto senza stress e ansie.
  • IL GIORNO DEL SI Cercate di fare une bel sonno di bellezza la notte prima, una bella camomilla o una valeriana vi aiuterà a dormire ed  evitare occhiaie e occhi gonfi. Godetevi ogni istante e affidatevi a chi vi sta vicino, tutto andrà bene se voi starete bene, poco importa se c’è il sole o la pioggia, l’ingranaggio si metterà in moto e andrà avanti senza fermarsi. La vostra casa si riempirà di amici e parenti, parrucchiere e truccatore, fotografi e allestitori e in men che non si dica sarete delle spose…

AI prossimi post sul tema wedding, aspetto vostri commenti o domande.

Tutte le foto che vedete sono state scattate da Enkant nel giorno del mio matrimonio.

trucco_sposa_catania

veletta_sposa_matrimonio_catania

sposa_sicilia_blogger_veletta

 

 

Le partecipazioni del mio matrimonio

partecipazioni_nozze_raffaellacatania_blogger

Come  è che si dice? Una volta inviate le partecipazioni non si torna più indietro!

E si al mio wedding o matrimonio che dir si voglia, manca davvero poco e proprio in questi giorni ho finalmente potuto invitare ufficialmente amici e parenti consegnando le partecipazioni scelte.

Luca Melilli, wedding designer di Panta Rhei mi ha detto da subito: “Raffaella l’invito è il primo elemento che racconta qualcosa del vostro matrimonio, non sottovalutarlo“.

E come sempre aveva ragione, perchè l’invito è uno dei tanti elementi che servono a raccontare l’evento, a raccontare dello stile scelto, e a capire un pò cosa gli ospiti dovranno aspettarsi.

Come vi avevo già raccontato qui, sono state le ragazze di My Wedding Design, ad occuparsi dei miei inviti. Ho esposto loro quale sarebbe stato il tema delle nozze, che adesso posso svelare anche a voi, e mi hanno proposto varie tipologie non solo di grafica e disegno ma anche di struttura dell’invito stesso.

Il tema del mio matrimonio sarà la tradizione siciliana, ma in una chiave contemporanea in cui il bianco e il verde saranno i colori protagonisti.

Da qui infatti nasce la scelta del decoro di pizzo e merletto che potete ben vedere presente sia sull’invito che sulla partecipazione.

Il taglio moderno e contemporaneo è dato dalla forma quadrata, meno usuale, e dall’uso di un cartoncino colorato che ricorda moltissimo la carta paglia. La carta paglia era un tempo considerata, soprattutto nella tradizione siciliana, la carta alimentare per eccellenza, usata da droghieri e fruttivendoli.

Non so a voi, ma a me il risultato finale piace moltissimo, perchè rappresenta perfettamente l’idea che avevo in mente.

Voi che ne pensate? Per motivi di privacy ho dovuto celare i nostri indirizzi di casa.

Ovviamente il mio matrimonio non poteva che avere una forte connotazione social, ecco quindi la scelta di creare un hashtag e di inserirlo proprio nell’invito.

Tutte le foto di amici e parenti saranno denominate con hashtag #sergioeraffaellasayyes

partecipazioni_myweddingdesign_blogger

partecipazioni_nozze_catania_blogger

partecipazioni_nozze_raffaellacatania_blog

partecipazioni_nozze_raffaellacatania_copertina partecipazioni_nozze_raffaellaesergiosayyes

 

 

Homify il portale di Architettura & Design

soggiorno_homify

cristinamenezesarquitetura/homify.it

 

Quando siamo piccoli la nostra camera è il nostro rifugio, la personalizziamo, la rendiamo nostra, la tappeziamo di immagini e ricordi.

Da adulti la camera diventa casa e anche in questo caso cerchiamo di renderla più simile a noi, ogni scelta, ogni dettaglio, servirà non solo a renderla più bella ai nostri occhi ma anche più accogliete e sicura.

Sarà lei a custodire le nostre cose più belle, lei ad accoglierci calda tutte le sere dopo lunghe e stressanti giornate, sarà lei il luogo delle nostre feste e ricorrenze.

Rendere però la vostra casa la casa dei sogni non è mai facile, soprattutto quando si parla di ristrutturazione. Ve lo dico adesso da quasi esperta del settore vivendo proprio adesso questo momento.

Stare dietro a muratori, architetti e pittori non è sempre facile, le idee spesso che avete in mente sono difficili da spiegare e spesso quello che avete visto su riviste di settore non è realizzabile nella vostra casa.

Da poco sono venuta a conoscenza di homify, un portale internazionale di Architettura & Design. che è il punto di incontro tra i professionisti e potenziali clienti.

Homify è stata la mia fonte di idee ristrutturazione casa.

I professionisti, come Architetti, Interior Designer o Designer possono registrarsi gratuitamente al portale homify creando un profilo dello studio con i loro dati di contatto e presentare i propri prodotti o progetti con foto e descrizioni.

Gli utenti possono trarre inspirazione dai progetti presentati e salvarsi le foto nei loro “Libri delle Idee”.

Per me è stato un più che valido aiuto, ho preso spunto dalla idee e dai progetti di altri utenti, infatti è possibile carica le immagini dei lavori di casa, dall’inizio del progetto fino alla sua conclusione.

Nella sezione magazine, ho preso spunto su come scegliere le illuminazioni del mio bagno, come sfruttare al massimo gli spazi, dare un tocco moderno agli ambienti e ho adorato la sezione “prima e dopo” per vedere il makeover dei lavori.

Il sito è molto fruibile e facile da usare, diviso in sezioni, potete prendere idee e spunti in base a cosa state cercando, bagno, giardino, cucina o camera da letto.

Vi lascio con alcune delle immagini prese su Homify e aspetto di sapere cosa ne pensate.

homify_scandinavo

cucina_homify_bianca

meblosciankastudio/homify.it

homify-colori

reroom/homify.it

salapranzo_homify

modoo/homify.it

giardino_homify

saoarquitetura/homify.it

cucina_homify

reroom/homify.it

Matrimonio al casale

Image and video hosting by TinyPic
Nel momento in cui vi troverete a scegliere il posto in cui festeggiare il vostro matrimonio, potrebbero sorgervi molti dubbi.

Un’opzione potrebbe essere quella di fare il ricevimento in un casale, giacché ne esistono  tanti in quello stile, da poter facilmente adattarsi ai vostri gusti e, nello stesso tempo, conferire un tocco di magia. Oggi vorrei darvi una serie buoni motivi affinché possiate decidere per un casale.

Un buon inizio per un’ottima scelta, è il sapere se volete affittarne uno che si dedichi all’organizzazione di eventi o se preferite utilizzare la proprietà familiare e decorarla secondo i vostri gusti.  In entrambi i casi, dovete tener presente che i matrimoni celebrati in posti del genere, hanno la particolarità di essere esclusivi, giacché avrete la certezza che il vostro, sarà l’unico ricevimento che si terrà in quel giorno.

Se volete una cerimonia religiosa, sarebbe opportuno cercare una proprietà con una piccola cappella. Se preferite un evento di tipo civile, potrete optare per un posto all’aria aperta, tempo permettendo.

Una volta conclusa la cerimonia, arriva l’ora del cocktail di benvenuto. Questi casali solitamente sono circondati da spazi verdi e giardini estesi. Allora,  cosa ne dite di un buffet all’aria aperta? Voi sposi, nel frattempo, potreste fare il servizio fotografico nei giardini circostanti, lasciando i vostri amici e parenti piacevolmente impegnati a familiarizzare con gli spazi circostanti e con il  buffet. In questo modo disporrete del tempo e della privacy di cui avrete bisogno, creando così un’atmosfera più romantica.

Al momento del banchetto potete scegliere di farlo sia dentro che fuori. Un aspetto da considerare è il caldo estivo, giacché questo può far sì che i vostri invitati si portino via un cattivo  ricordo. Se la festa è serale, potrete decidere per una cena tipo cocktail nei giardini e in cui la presenza costante dei camerieri, coi loro vassoi, provveda agli ospiti. Si tratta di un’idea originale che vi permetterà di essere a contatto con la natura, sotto un cielo stellato e con la luce soffusa di migliaia di candele ad illuminare il giardino.

Sono svariati i dettagli che possono farvi fare bella figura nella decorazione di un casale. Potrete anche allestire uno spazio esterno o “chill out” con dei divani e lettini sui quali i vostri amici potranno riposare tra un ballo e l’altro. Le lanterne e le candele costituiscono un’ottima scelta per quanto riguarda l’illuminazione soft, creando un ambiente più raccolto. Per i centrotavola, i fiori del luogo, raccolti qualche ora prima, in sintonia  con l’ambiente, saranno i complici perfetti del posto in cui vi troverete.

Poi come sempre mettete del vostro, perchè la personalità degli sposi deve emergere da ogni dettaglio.

LM
Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Ti sposo in tutte le lingue del mondo

Image and video hosting by TinyPic
La diversità culturale al mondo è vasta e altamente poliedrica, ma esiste una tradizione che fa da ponte tra di esse ed è la cerimonia del matrimonio. È davvero interessante conoscere ognuna delle sue leggi, costumi, abiti, rituali ed ogni dettaglio che fa si che queste celebrazioni siano alquanto sorprendenti ed incantevoli.

Oggi voglio invitarvi a conoscerne alcune di esse.

Una delle caratteristiche più significative dei matrimoni tedeschi, è la celebrazione conosciuta come Polterabend, la quale può avere luogo un giorno prima della celebrazione stessa e, in occasioni, anche una settimana prima. Si tratta di rompere delle vecchie stoviglie, che vengono scaraventate a terra dai familiari, amici e da coloro che vogliano augurare buona fortuna agli sposi, i cui pezzi verranno successivamente raccolti dagli stessi. Dopo aver rotto e raccolto tutti i pezzi, del cibo e delle bevande addirittura le danze, attendono tutti gli invitati. Il giorno della cerimonia, si sistema un tronco e, con l’aiuto di una sega, gli sposi devono tagliarlo a metá. Ciò simboleggia il primo ostacolo contro il quale hanno dovuto fare i conti come coppia.

Il matrimonio messicano ci ricorda il colore e l’allegria. Ció si deve alla combinazione di culture religiose come quella spagnola con altre che si allacciano a quelle dei tempi degli Aztechi. In uno di questi rituali, i genitori accompagnano il figlio all’altare dopo la preghiera insieme. Un’altra parte importante è “el cuscino da ginocchio ed il laccio”, che è un cuscino speciale che offre loro la damigella d’onore. Nel corso della cerimonia la coppia passa la maggior parte del tempo su di esso. Il laccio è un grande rosario o nastro bianco che si colloca a forma di otto attorno al collo degli sposi, o attorno ai polsi. Simboleggia l’unione ed il vincolo indivisibile.

Una delle più diffuse cerimonie cattoliche è quella di mettere alla presenza della sposa 13 monete d’oro che sono state precedentemente  benedette. Di solito queste monete hanno fatto parte della famiglia per generazioni e si tramandano di matrimonio in matrimonio.

I matrimoni Ebrei sono pieni di riti, tutti quanti importantissimi per la cultura. Hanno luogo in una Sinagoga, sotto un palio (dosel situato sopra due aste lunghe), il rabbino benedice gli sposi ed il vino e tutti e tre ne bevono. Pero loro il matrimonio è un ideale ed un dovere, anche se attualmente, le cose non sono così rigide. Dopo di ció, lo sposo colloca l’anello alla sposa mentre pronuncia delle parole e, reciprocamente, lei fa la stessa cosa. Come in un contratto, si firma e si legge il documento matrimoniale nel quale sono presenti gli obblighi del matrimonio. Coperti dallo stesso manto, ascoltano le orazioni e lo sposo rompe un bicchiere con una pestata.

Se qualcosa predomina nei matrimoni cinesi, questo è il colore rosso, simbolo di amore e prosperità, anche se attualmente il bianco ha preso il sopravvento dovuto all’ influenza della cultura occidentale. La procedura di matrimonio é molto lunga ed inizia con la messa in scena di un intermediario tra le famiglie che porterá loro le pratiche. I genitori dello sposo devono portare i regali ai genitori della sposa e, fatto questo ottengo dei dati sulla nascina di lei per decidere su base astrologica se l’unione sarà prospera e viabile.

Il giorno dell’unione, la sposa si prepara circondata dalle amiche piú intime, a sentire i lamenti della famiglia che soffrirà della perdita della figlia nel momento della sua partenza. Si aggiusta i capelli come in segno di maturità, in mezzo a dei rituali di buona fortuna. Una volta celebrata la cerimonia, agli sposi si fa un dono in denaro, che rare volte al di sotto dei cento euro.

Nei matrimoni musulmani, l’uomo prende l’iniziativa. Quando ad un musulmano piace una donna, direttamente la chiede in matrimonio. Se la donna accetta, lui dovrà chiedere la sua mano alla famiglia e si stabilisce così la dote ed il Walli. La dote è il regalo che il fidanzato fa alla fidanzata, dipendendo dalle sue finanze e sarà qualcosa di materiale come gioielli, una rosa o un poema. Il Walli è il guardiano della fidanzata che può essere un suo parente. La coppia deve presentarsi con tre testimoni di fronte allo Sceicco (un sorta di magistrato islamico) per stendere il contratto matrimoniale, momento dopo il quale, la coppia è legalmente unita anche se ancora dovrà portarsi avanti la celebrazione che, normalmente ha luogo una o due settimane dopo. La cerimonia si celebra in una moschea e dev’essere molto semplice per via delle abitudini islamiche. All’inizio della cerimonia, il fidanzato ed il Walli si prendono per mano e lo Sceicco parla del matrimonio. Si recita la Sura Al Fatiha che apre il Corano e sono già sposati. Nella celebrazione non possono mancare latte e datteri. Gli sposi usano portare il bianco e le donne portano una abāya che puó essere di diversi colori.

Culture diverse, rituali che magari non ci appartengono ma credo non ci sia cosa più bella che sapere che i nostri “vicini di casa” abbiano usi e costumi completamente diversi dai nostri ma pieni d’amore e di rispetto, così come accade nella nostra cultura. Ecco cosa accomuna più di tutti i popoli del mondo.

Al prossimo viaggio…ehm…alla prossima pillola!

LM
Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Venghino, Siori venghino!

Image and video hosting by TinyPic
Un po’ di tempo fa, navigando per il web, mi sono imbattuto in una sequenza di foto così bella e piena di ispirazione che avrebbe potuto darmi tante  idee “sui generis”  per un matrimonio. Una sessione a tema e con una quantità di idee per qualsiasi tipo di festa. Con una decorazione curata, ragionata e ben organizzata, la sessione era ispirata al circo e gli sposi avevano l’idea chiara già dall’inizio: il carnevale dell’amore!

La sorpresa fu  pure maggiore quando scoprii che quella bella sessione era stata fotografata da Oliviero Toscani! Chiaramente Toscani non si è limitato alla sessione pre-nozze ma aveva inoltre immortalato il matrimonio di questa coppia di “coraggiosi.”  Quindi, venghino siori venghino,  questo matrimonio carnevalesco è  degno di essere una delle feste originali più belle!

Questo bel matrimonio carnevalesco ha avuto una varietà di dettagli handmade concepiti dagli stessi sposi che, oltre che divertenti, sono stati molto creativi! Sacchettini di riso personalizzati; crema per le mani creata dalla sorella della sposa; un photobooth ricco di elementi; bamboline del matrimonio uguali agli sposi… Da questo matrimonio circense possiamo davvero ricavare molte idee! Siete d’accordo?

Dato che il tema “carnevalesco”  è molto divertente, perché non utliizzarlo per il matrimonio, quindi?  Partiamo proprio dal  PhotoBooth che,  potremmo costruire  con uno scaffale da magazzino e con tanto di cartone sagomato  per ricreare uno scenario circense che possa  far divertire gli invitati scattando foto. Seguendo i colori identificativi del matrimonio, potremmo abbinarlo ad  un “ tavolo dei dolciumi” che sarà sicuramente d’ impatto.
Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Potremmo, piuttosto che i soliti oggettini, creare un cadeau appositamente per i nostri invitati. Ad esempio , per le ragazze  crema per le mani creata da voi (su internet troverete un’infinità di ricette) e per i ragazzi magari un olio dopobarba profumato . La cosa divertente sarà  creare le cassettine per le creme… Potreste, voi e le vostre testimoni, munirvi di utensili ed un paio di pistole per la colla e dare sfogo a tutta la vostra fantasia; ricordate, però,  di personalizzare il tutto con lo stesso timbro o logo creato per gli inviti, così da averne un vero e proprio coordinato!

Un’idea originale sarebbe quella di abolire totalmente i classici “pupazzetti” per la torta e di crearne una coppia in stile caricatura, che vi rappresenti puntando magari ad una vostra caratteristica fisica. Vi assicuro che il momento del taglio della torta con tanto di foto, sarà davvero divertente.

Un’altra chicca che potrebbe caratterizzare il vostro “circo” potrebbe essere il tavolo delle firme o più conosciuto come l’angolo del guest-book.

Piuttosto che “accontentarci” del classico tavolo potremmo crearne uno noi, ad esempio ispirandoci al gioco del “Jenga”. Tanti piccoli tasselli che uniti nel modo giusto creerebbero un angolo davvero originale. Scommetto che sarete tutte già su google per cercare questo gioco. Tutti lo conosciamo ma nessuno sa come si chiami esattamente. Ho indovinato?
Image and video hosting by TinyPic
La verità è che, chi sceglie un matrimonio del genere deve assolutamente essere affascinato dalla manualità. La soddisfazione di creare qualcosa di bello che ci identifichi, ma anche i momenti di divertimento e di immedesimazione  durante la creazione dell’intera decorazione. Oltre al ricordo del vostro giorno più bello, ricorderete anche tutto il “dietro le quinte”, e capirete che senza sorelle, fratelli, amici ed amiche,  non avreste saputo come fare! Dunque, oltre ad una buona dose di originalità e creatività, il vostro matrimonio sarà caratterizzato da complicità, entusiasmo e tanto tanto affetto.

Cosa ne pensate, dunque, di questo  matrimonio circense? E’ di ispirazione per il vostro matrimonio? Vi piacerebbe organizzare una festa di questo tipo? Una cosa posso già assicurarvela:  il risultato sarebbe indimenticabile!

Alla prossima pillola…

LM
Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

  • 1
  • 2

©2019 The colours of my closet. Web design: Ideology Creative Studio | Privacy