Allestimenti matrimonio, le mie scelte firmate Panta Rhei

tavolo_imperiale_matrimonio

Quando iniziate a progettare il giorno delle vostre nozze, cercate di farlo pensando ad esso proprio come a un film.

In un film sono importanti i protagonisti, i costumi e la fotografia ma è importantissimo anche scegliere la giusta scenografia.

La vostra storia deve consumarsi nella giusta atmosfera, deve vivere nella cornice più adeguata, deve raccontarsi nel “mondo” che più la rappresenta.

Come scritto nel primo post a tema wedding ho deciso di scegliere un tema per il mio matrimonio, un tema però che non condizionasse in nessun modo i miei invitati ma qualcosa che mi potesse aiutare nella scelta di tutti gli elementi e che comunque mi piacesse.

Consiglio a tutte, se potete, di scegliere dei professionisti che possano allestire al meglio la chiesa e la location. Perchè nella maggior parte dei casi le location anche se belle e curate, sono poco personalizzate. L’allestimento o meglio la scenografia sarà la vostra personalizzazione, renderà la festa veramente vostra e adatta al vostro tema e alla vostra storia.

Come vi ho già detto precedentemente è stato il team di Panta Rhei a creare il tema delle mie nozze come lo aveva immaginato.

Da subito ho espresso a Luca Melilli e a Franco Cannata, wedding designers di Panta Rhei, il tema che mi sarebbe piaciuto, desideravo infatti un matrimonio siciliano in chiave contemporanea.

Inizio con una premessa, quando parlo di Panta Rhei faccio riferimento a dei wedding designers e non “semplici” fioristi.

Il wedding designer è infatti un artista che con maestria, estro e personalità progetta composizioni con fiori selezionati e materiali d’avanguardia occupandosi in prima persona del coordinamento generale della scenografia del vostro matrimonio. Si occupa in toto dei fiori presenti in chiesa e nella location, delle coroncine e bouquet per le damigelle, cuscini per le fedi e anche e soprattutto degli allestimenti scenografici con vasi, candele e tutto quello che può servire per scenografare il vostro giorno più bello.

Ecco le tappe:

ll contatto dovrebbe avvenire almeno 10 mesi prima ma solo per assicurarsi che la data del matrimonio sia disponile per l’operatore che avete scelto.

Secondo step: è il sopralluogo anche con gli altri operatori (catering, musica ecc) nella location che avete scelto per la festa.

Terzo step: ci si rivede in studio e si analizza il progetto propostoci dal wedding designer, valutandone i materiali direttamente in laboratorio, se è il caso. Nel caso di Panta Rhei veri e propri bozzetti che ci danno una idea di come verrà realizzato il tutto.

Quarto step:  le scelte finali floreali e cromatiche possono essere fatte quanto più a ridosso per permettere all’operatore di verificarne l’esatta reperibilità della tipologia di fiore scelta.

Ma vi parlo adesso delle mie scelte.

I colori scelti per il mio matrimonio sono stati bianco e verde, a mio avviso i più eleganti, soprattutto quando la festa si svolge in esterno.

In chiesa enormi e bellissime ortensie bianche, siepi di gipsofila e un candido tappeto bianco. Non desideravo una chiesa particolarmente carica di fiori, essendo una chiesa barrocca siciliana aveva già il suo fascino.

All’ingresso della location torce di legno bianche a delineare il vialetto che conduceva all’ingresso di Villa di Bella, residenza estiva di un’ antica famiglia catanese, luogo scelto dallo stesso Zeffirelli per alcune scene del film Storia di una capinera.

La festa si è svolta in due luoghi differenti, la parte anteriore della villa è stata adibita per l’accoglienza degli ospiti e il ricco antipasto a buffett con le isole del gusto.

Ogni isola era riccamente abbellita da candele in pizzo bianco e  grandissime teste di moro total white, colme di garofani verdi, bellissime ortensie bianche, senza dimenticare l’immancabile gipsofila detta più comunemente velo da sposa.

Divanetti di legno bianco con cuscini di un delicato rosa antico e pizzo, davano a tutti la possibilità di sedersi e rilassarsi. Gabbiette bianche e ancora candele a decorarli.

Gli alberi che facevano da perimetro a questa zona erano adornati da piccole lanterne bianche, e la swing band scelta per l’occasione suonava all’ingresso della villa padronale sopra le classiche scale in stile siciliano.

Il tavolo della cena è stata una sorpresa per tutti. Si trovata sul prato posteriore alla villa ed era riccamente decorato di fiori e candele, un vero colpo d’occhio per i 120 invitati che hanno potuto ammirarlo solo dopo aver attraversato la villa.

Un enorme tavolo imperiale, dove tutti potevamo, in qualche modo, stare insieme, proprio come si usava fare un tempo nei matrimoni di famiglia in Sicilia. E’ stato un elemento a cui tenevo tantissimo perchè vi confesso che non ho mai amato l’immagine degli sposi seduti da soli nel loro tavolo.

Decorati in stile Panta Rhei anche il bellissimo tavolo dei confetti, alzatine di diverse altezze e ancora ortensie bianche e verdi, e il tavolo della bomboniere, come una grande torta nuziale a piani.

Nulla è stato lasciato al caso, ogni minimo dettaglio è stato curato. Non posso non parlare poi del mio bouquet, di peonie bianche, garofani verdi, lollipop e piccole piantine grasse di succulenta.

Ma lascio la parole alle fotografie che più di me sanno mostrarvi la magnifica atmosfera di quel giorno.

Ringrazio ancora Luca Melilli e Franco Cannata e tutto lo staff Panta Rhei per averci regalato tanta magia.

Alcune tra le immagini che vedete sono state selezionate da Elle Spose per raccontare il lavoro e la maestria di Panta Rhei e questo non può che rendermi più che felice.

ps: con #pantarheiwedding potrete trovare in rete moltissime foto dei loro lavori e questo il loro sito ufficiale www.scenografiepereventi.it

 

allestimento-chiesa_ortensie_matrimonio

bouquet_sposa_peonie_piante_grasse

calia_sicilia_matrimonio

panche_matrimonio_bianche_sicilia

teste_di_moro_bianche_matrimonio

candele_pizzo_matrimonio_catania

villa_di_bella_viagrande_catania

tavolo_imperiale_panta_rhei_sicilia

tavolo_imperiale_dettagli_matrimonio

matrimonio_siciliano_tavolo

candele_centro_tavola_matrimonio

dettagli_centro_tavola_matrimonio

tavolo_imperiale_candele_matrimonio

allestimenti_candele_matrimonio
tavolo_bomboniere_matrimonio_blogger

bomboniere_teste_di_moro_bianche

 

tavolo_confettata_panta_rhei

luca_mellili_raffaella_catania
Io e Luca Melilli

 

Foto: Enkant e Catering Villa Ester

Abito da Sposa a Catania, la mia esperienza

365 giorni fa in piedi su una pedana, davanti ad uno specchio e con indosso un abito bianco due taglie più piccole di me (in genere solo taglia 40/42 negli atelier da sposa), dicevo la fatidica frase ‘si è questo l’abito giusto”. E proprio oggi voglio condividere con voi l’esperienza della ricerca dell ‘abito da sposa a Catania.

Continua a leggere

Keep Calm per spose, ovvero la mia guida al giorno del si

matrimonio_sicilia_blogger_raffaellacatania

Per tutte le future spose 2016, Gennaio segna l’inizio dei veri e propri preparativi. Un anno fa ero anche io nella vostra stessa situazione così ho deciso di condividere con voi la mia esperienza raccontandovi delle mie scelte e dei vari step fatti nella lunga galoppata vero il fatidico giorno del si. Una piccola guida che spero possa aiutarvi.

CALMA E SANGUE FREDDO Da subito mi sono promessa di vivere questi mesi con assoluta serenità e spensieratezza, e lo stesso vi invito a fare. E’ un periodo importante, fatto di scelte e decisioni da prendere che vi consiglio di fare in due se ci riuscite, perchè quello sarà il giorno della coppia e non solo della sposa.

NO AI MALUMORI La famiglia sarà un elemento importante, spesso ingombrante, perchè molte scelte saranno condizionate, mettere tutti d’accordo non è mai facile, ma non permettete a nessuno di creare malumori e negatività.

LISTA Fate una lista, o appuntate su un bel quaderno nuovo (da tiger ne trovate di carini) tutto quello che vi viene in mente: idee, colori, fiori, ispirazioni. Raccogliete foto di quello che vi piace. Tutto questo rappresenterà il vostro gusto e vi aiuterà nella scelta.

TEMA Non tutti amano scegliere un tema delle nozze, ed anche io sono contraria se questo inizia a condizionare troppo ogni scelta, non vi fate incatenare da elementi condizionanti e soprattutto non coinvolgete in scelte di stile i vostri invitati. Il tema può essere un semplice fil rouge per dare un tocco di personalità al matrimonio. Vi aiuterà anche nella scelta di ogni elemento, per evitare di accozzare stili completamente diversi. Ad esempio se amate pizzi e merletti romantici per l’invito, mantenete questa scelta per i libretti della chiesa, i segna posto e la bomboniera. Il matrimonio in fondo è come raccontare una storia, i  vari elementi devono essere dosati in armonia fra loro per dare coesione e coerenza.

BUDGET Se avete deciso di porvi dei paletti di spesa, fatelo subito, perchè il mondo del wedding è vastissimo, per tutti i gusti e per tutte le tasche e ci vuole poco ad innamorarsi di qualcosa che non rientra nelle spese che vi eravate prefissate. Chiedete prezzi, fatevi fare dei preventivi e scegliete di conseguenza. Il matrimonio sarà anche un giorno importante ma dura poche ore, non avrebbe senso pagare debiti per i successivi anni.

PROFESSIONISTI Se potete, affidatevi a professionisti del settore che riescano a trasformare in realtà le vostre idee. State attente a ciarlatani e imbroglioni che con poco vi promettono miracoli, chiedete consiglio ad amici e parenti o fate qualche ricerca su internet. Io mi sono affidata a Panta Rhei e ricevo ancora complimenti per la cura dei dettagli e la magia degli allestimenti. Ve ne parlerò presto  mostrandovi come hanno saputo raccontare la “nostra storia”.

INVITO L’invito è il vero biglietto da visita del vostro matrimonio, racconta da subito qualcosa di voi, un pò come il trailer di un film. Potete scegliere tra modelli già realizzati o farvene creare uno unico con una grafica personalizzata. Vi ho già parlato dei miei qui.

TABELLA DI MARCIA Tempo per ogni cosa, nessuna fretta o ansia, seguite una tabella di marcia e non sbaglierete.

Scelta la data, di solito un anno prima, bloccate subito e nello stesso momento, chiesa e location, sono quelle le due date da far coincidere e da cui far partire tutto.

  • DICEMBRE/GENNAIO i mesi per provare e scegliere l’abito da sposa, sia che lo acquistiate in atelier sia che ve lo facciate realizzare su misura. Vi parlerò presto della mia personale esperienza nei negozi di Catania.
  • GENNAIO E’ spesso il mese delle fiere di settore, se avete ancora molte indecisioni fare un giro per queste fiere potrebbe aiutarvi, conoscerete vari professionisti, potrete vedere i loro lavori e farvi qualche idea sui prezzi. Se vivete in Sicilia vi consiglio di visitare la più grande SPOSAMI presso Le Ciminiere di Catania dal 16 al 24 Gennaio, sulla pagina Facebook trovate tutte le informazioni al riguardo. In queste fiere potrete ottenere sconti e voucher e farvi davvero una idea del tutto a 360 gradi. Registratevi anche sul sito matrimonio.it anche li troverete sconti e promozioni offerti da location e professionisti del settore.
  • FEBBRAIO Se avete già individuato il catering potrebbe essere il momento per fare una prova menù. Io la feci proprio in occasione di una cena di San Valentino organizzata dal catering. Una occasione per provare le loro pietanza ma anche per vedere tempistiche del servizio e cura del dettaglio, cose da non sottovalutare mai.
  • MARZO/APRILE Potete anche iniziare a bloccare per la vostra data fotografo e accompagnamento musicale, soprattutto se vi sposate di sabato le possibilità che le date siano impegnate è maggiore. Per la fotografia la scelta è stata per me molto veloce e semplice, ho scelto non solo per il lavoro ma anche per una sintonia a pelle, Enkant, di cui vi parlerò nel dettaglio più avanti. La musica per me non poteva proprio mancare, avevo una idea iniziare che è stata difficile da mettere in pratica ma alla fine la scelta è ricaduta su Andrea Cantieri e la sua band ed è stato un successone.
  • MAGGIO Mandati in stampa gli inviti e tempo di iniziare a spedirli per amici e parenti che vivono lontano da voi (personalmente avevo già comunicato la data delle nozze mesi prima per le persone che vivevano all’estero) e piano piano iniziare a darli di persona alle persone care e agli amici. Dare l’invito a mano, dove è possibile farlo, è un gesto molto apprezzato. E’ tempo di scegliere i fiori e stabilire i dettagli finali. Una prova trucco  e parrucco va sempre fatta, per non avere sorprese il giorno del matrimonio.
  • GIUGNO Se come me siete spose di Luglio è davvero il mese per concludere le ultime cose, definire il menù, scegliere tovagliati, prova delle fedi. Saranno i giorni prima della data finale e vi sembrerà di dover fare tante cose, ma tranquille se avete seguito la vostra tabella di marcia. Ci saranno sicuramente ultime cose da fare, ritirare le bomboniere e i segna posto, fare stampare i menù ma ricordatevi che siete in due, che siete una squadra e tutto sarà più semplice.  Vi confesso che ho fatto moltissime cose a pochi giorni dal matrimonio, la prova trucco e capelli, la scelta del menù e altri piccoli aspetti proprio perchè ho vissuto tutto senza stress e ansie.
  • IL GIORNO DEL SI Cercate di fare une bel sonno di bellezza la notte prima, una bella camomilla o una valeriana vi aiuterà a dormire ed  evitare occhiaie e occhi gonfi. Godetevi ogni istante e affidatevi a chi vi sta vicino, tutto andrà bene se voi starete bene, poco importa se c’è il sole o la pioggia, l’ingranaggio si metterà in moto e andrà avanti senza fermarsi. La vostra casa si riempirà di amici e parenti, parrucchiere e truccatore, fotografi e allestitori e in men che non si dica sarete delle spose…

AI prossimi post sul tema wedding, aspetto vostri commenti o domande.

Tutte le foto che vedete sono state scattate da Enkant nel giorno del mio matrimonio.

trucco_sposa_catania

veletta_sposa_matrimonio_catania

sposa_sicilia_blogger_veletta

 

 

Le partecipazioni del mio matrimonio

partecipazioni_nozze_raffaellacatania_blogger

Come  è che si dice? Una volta inviate le partecipazioni non si torna più indietro!

E si al mio wedding o matrimonio che dir si voglia, manca davvero poco e proprio in questi giorni ho finalmente potuto invitare ufficialmente amici e parenti consegnando le partecipazioni scelte.

Luca Melilli, wedding designer di Panta Rhei mi ha detto da subito: “Raffaella l’invito è il primo elemento che racconta qualcosa del vostro matrimonio, non sottovalutarlo“.

E come sempre aveva ragione, perchè l’invito è uno dei tanti elementi che servono a raccontare l’evento, a raccontare dello stile scelto, e a capire un pò cosa gli ospiti dovranno aspettarsi.

Come vi avevo già raccontato qui, sono state le ragazze di My Wedding Design, ad occuparsi dei miei inviti. Ho esposto loro quale sarebbe stato il tema delle nozze, che adesso posso svelare anche a voi, e mi hanno proposto varie tipologie non solo di grafica e disegno ma anche di struttura dell’invito stesso.

Il tema del mio matrimonio sarà la tradizione siciliana, ma in una chiave contemporanea in cui il bianco e il verde saranno i colori protagonisti.

Da qui infatti nasce la scelta del decoro di pizzo e merletto che potete ben vedere presente sia sull’invito che sulla partecipazione.

Il taglio moderno e contemporaneo è dato dalla forma quadrata, meno usuale, e dall’uso di un cartoncino colorato che ricorda moltissimo la carta paglia. La carta paglia era un tempo considerata, soprattutto nella tradizione siciliana, la carta alimentare per eccellenza, usata da droghieri e fruttivendoli.

Non so a voi, ma a me il risultato finale piace moltissimo, perchè rappresenta perfettamente l’idea che avevo in mente.

Voi che ne pensate? Per motivi di privacy ho dovuto celare i nostri indirizzi di casa.

Ovviamente il mio matrimonio non poteva che avere una forte connotazione social, ecco quindi la scelta di creare un hashtag e di inserirlo proprio nell’invito.

Tutte le foto di amici e parenti saranno denominate con hashtag #sergioeraffaellasayyes

partecipazioni_myweddingdesign_blogger

partecipazioni_nozze_catania_blogger

partecipazioni_nozze_raffaellacatania_blog

partecipazioni_nozze_raffaellacatania_copertina partecipazioni_nozze_raffaellaesergiosayyes

 

 

Homify il portale di Architettura & Design

soggiorno_homify

cristinamenezesarquitetura/homify.it

 

Quando siamo piccoli la nostra camera è il nostro rifugio, la personalizziamo, la rendiamo nostra, la tappeziamo di immagini e ricordi.

Da adulti la camera diventa casa e anche in questo caso cerchiamo di renderla più simile a noi, ogni scelta, ogni dettaglio, servirà non solo a renderla più bella ai nostri occhi ma anche più accogliete e sicura.

Sarà lei a custodire le nostre cose più belle, lei ad accoglierci calda tutte le sere dopo lunghe e stressanti giornate, sarà lei il luogo delle nostre feste e ricorrenze.

Rendere però la vostra casa la casa dei sogni non è mai facile, soprattutto quando si parla di ristrutturazione. Ve lo dico adesso da quasi esperta del settore vivendo proprio adesso questo momento.

Stare dietro a muratori, architetti e pittori non è sempre facile, le idee spesso che avete in mente sono difficili da spiegare e spesso quello che avete visto su riviste di settore non è realizzabile nella vostra casa.

Da poco sono venuta a conoscenza di homify, un portale internazionale di Architettura & Design. che è il punto di incontro tra i professionisti e potenziali clienti.

Homify è stata la mia fonte di idee ristrutturazione casa.

I professionisti, come Architetti, Interior Designer o Designer possono registrarsi gratuitamente al portale homify creando un profilo dello studio con i loro dati di contatto e presentare i propri prodotti o progetti con foto e descrizioni.

Gli utenti possono trarre inspirazione dai progetti presentati e salvarsi le foto nei loro “Libri delle Idee”.

Per me è stato un più che valido aiuto, ho preso spunto dalla idee e dai progetti di altri utenti, infatti è possibile carica le immagini dei lavori di casa, dall’inizio del progetto fino alla sua conclusione.

Nella sezione magazine, ho preso spunto su come scegliere le illuminazioni del mio bagno, come sfruttare al massimo gli spazi, dare un tocco moderno agli ambienti e ho adorato la sezione “prima e dopo” per vedere il makeover dei lavori.

Il sito è molto fruibile e facile da usare, diviso in sezioni, potete prendere idee e spunti in base a cosa state cercando, bagno, giardino, cucina o camera da letto.

Vi lascio con alcune delle immagini prese su Homify e aspetto di sapere cosa ne pensate.

homify_scandinavo

cucina_homify_bianca

meblosciankastudio/homify.it

homify-colori

reroom/homify.it

salapranzo_homify

modoo/homify.it

giardino_homify

saoarquitetura/homify.it

cucina_homify

reroom/homify.it

my_wedding_design_thecoloursofmycloset_matrimonio

My wedding Design, le tue partecipazioni di nozze personalizzate

Image and video hosting by TinyPic
Care sposine come va con la vostra lista del do to it per le vostre nozze?

Vi dirò che io sono abbastanza serena, molti mi etichettano come una sposa atipica, perchè a quasi meno 4 mesi dal fatidico giorno non sembro essere caduta nel vortice della sposagozilla.

Vi parlerò come promesso delle scelte già fatte e di quelle da fare. Adesso è tempo di inviti o partecipazioni che dir si voglia.

Sembra un elemento da sottovalutare, e invece come mi ha fatto notare il caro Luca Melilli, l’invito è il biglietto da visita delle nozze, è il primo elemento che racconta qualcosa della coppia e del giorno del si.

Se avete scelto un tema, questo dovrà già manifestarsi nell’invito, ovviamente senza svelare troppo.

Oggi vi presento My Wedding Design, un progetto nato dall’estro creativo di quattro grafiche siciliane, quattro amiche che sognavano di lavorare insieme e che un giorno di sono dette: “Perché non dedicarsi ai Matrimoni?!” My wedding design è nato così davanti ad un’insalata. Bisognava stabilire un piano progettuale e un profilo identificativo di ciò che da li a qualche mese più tardi avremmo creato. L’idea di base era alimentata dalla voglia di proporre qualcosa di nuovo e diverso nell’ambito del “wedding event”.

L’idea di base era quella di creare e proporre sul mercano qualcosa di nuovo, basandosi sulla personalizzazione del prodotto, da qui la scelta del nome  “My Wedding Design”.

Eleonora, Federica, Marica e Simona si sono laureate insieme in Graphic design ed ognuna, con il proprio profilo professionale, ha intrapreso la sua strada. Ognuna con la sua specializzazione, il disegno e l’illustrazione vettoriale, la progettazione editoriale, la gestione web e socialmedia, il marketing e l’adv. Hanno per anni curato l’immagine di diverse aziende, seguito eventi di business, realizzato illustrazioni per progetti editoriali.

I loro progetti sono freschi, nuovi e mai banali e per tutti i gusti. Accontentano gli sposi più estrosi ma anche quelli più romantici e forse un pò più tradizionali. Curano il design del tuo matrimonio, dalle partecipazioni ai coordinati, tutto personalizzabile, fatto a mano con la massima cura.

My Wedding Design crea il marchio del vostro matrimonio e lo declinano su tutti i materiali in base alle vostre esigenze e ai vostri gusti. Infatti non realizza solo gli inviti, ma anche i segna posto, i menù, i talloncini per le bomboniere, i ventaglietti per la chiesa e tutto quel che volete.

Inutile dirvi che saranno proprio loro a realizzare  le mie partecipazioni, ma ancora non è arrivato il momento di svelarvi di più sulla mia scelta, ma vi lascio con una carrellata delle tante idee proposte da questo team tutto al femminile.

Il sito ufficiale potete vederlo cliccando qui e la pagina Facebook cliccando qui.
Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

  • 1
  • 2

©2019 The colours of my closet. Web design: Ideology Creative Studio | Privacy