USA on the road, itinerario, la macchina, e come si guida

settembre 27, 2018 — 1 Comment

USA_ON_THE_ROAD_route66_RAFFAELLACATANIA_TRAVELBLOGGER

 

Primo post ufficiale sul mio viaggio on the road negli USA.

Un viaggio nel selvaggio west, un itinerario che ha compreso città bellissime, l’Oceano e scenari naturalistici sempre diversi: dal deserto alle sequoia più grandi del mondo.

Durante il viaggio in molti mi avete scritto come avevo organizzato il tutto, informazioni sul noleggio della macchina, sulle strade e i percorsi.

Per questo ho deciso di dedicare questo primo post all’aspetto logistico del viaggio e sull’itinerario.

ITINERARIO

Tutto dipende da quanto tempo avete a disposizione e da cosa volete vedere.

Le distanze non sono brevissime e dovete considerare l’aspetto logistico e temporale. Io come al solito avrei voluto vedere tutto, ma come per ogni viaggio ho dovuto lasciare qualcosa nel cassetto con la speranza di tornare e di vedere altri luoghi straordinari.

Ecco le tappe del nostre viaggio e il percorso che potete anche vedere sulla mappa punto per punto.

Arrivo LOS ANGELES, tempo di permanenza 3 notti, che forse potevano anche essere quattro, considerate sempre che il jet lage è pesante da metabolizzare.

LOS ANGELES direzione LAS VEGAS: tempo di percorrenza 3/4 ore considerando le soste e due luoghi visitati.

LAS VEGAS, tempo di permanenza 1 notte. Era sabato, ma uno quello qualunque, quello del weekend del labor day. Davvero troppa gente e troppo caos. Considerate di visitare Las Vegas di settimana, risparmierete moltissimo nella prenotazione della camera in hotel e vi eviterete una folla eccessiva. Considerate che anche gli alberghi più costosi di settimana dimezzano i prezzi, e potrete prenotare una camere con soli 40 dollari.

LAS VEGAS direzione GRAN CANYON: tempo di percorrenza 4 ore e mezza.

GRAN CANYON direzione WILLIAMS, città dove abbiamo passato la notte, tempo di percorrenza 1 ora scarsa.

WILLIAMS direzione PAGE: tempo di percorrenza 2 ore e mezza con tappa a HORSESHOE BEND.

A PAGE abbiamo alloggiato a ridosso del Lake Powel per una notte e il giorno seguente, a poco più di 20 minuti di strada, abbiamo visitato l’ANTELOPE CANYON.

ANTELOPE CANYON direzione LAS VEGAS, circa 4 ore di percorrenza.

LAS VEGAS: tempo di permanenza 1 notte.

LAS VEGAS direzione SEQUOIA NATIONAL PARK: tempo di percorrenza 6 ore. Questa è stata la tappa più stancante di tutto il viaggio e forse la meno funzionale. Siamo arrivati al parco 1 ora prima della chiusura.

VISALIA è la cittadina in cui abbiamo pernottato e si trova ad 1 ora dall’ingresso del parco.

VISALIA direzione YOSEMITE PARK: tempo di percorrenza circa 2 ore e mezza.

Passiamo la notte in un lodge a ridosso dell’ingresso del parco, questo ci permette di godere a pieno della visita e di fare il check-in dopo il tramonto.

YOSEMITE PARK direzione SAN FRANCISCO: tempo di percorrenza 2 ore e mezza.

SAN FRANCISCO, tempo di permanenza 2 notti.

Nei prossimi post vi parlerò nel dettaglio di tutto quello che abbiamo visto.

USA_ON_THE_ROAD_ITINERARIO_RAFFAELLACATANIA_TRAVELBLOGGER

GUIDARE IN AMERICA

Ecco qualche piccola dritta su come guidare in USA e sulla documentazione necessaria. Intendiamoci lo stile e le modalità di guida non cambiano molto rispetto all’Italia, tuttavia c’è qualche aspetto di cui può essere utile essere a conoscenza per non trovarsi impreparati.

Guidare in USA può essere un po’ traumatico, soprattutto se si percorrono le grandi metropoli.

L’autostrada americana può arrivare anche ad avere sette corsie e saltare uscita o mettersi nella corsia sbagliata può non essere piacevole.

Dopo dodici ore di volo è stato di grande impatto percorrerla, ma come tutte le cose ci vuole un po’ di pratica.

Lungo le Highwaya o Interstate della West Coast, scoprirete invece quanto guidare possa essere piacevole.

I limiti di velocità sono segnalati in miglia (tenete conto che 1 miglio corrisponde a 1.6 km) e sono di media leggermene inferiori a quelli che abbiamo in Italia.

La cosa importante è lo stile di guida, nonostante sia legale il sorpasso a destra, restate in corsia e limitate i sorpassi solo a quando è necessario, non mettetevi a fare zig zag fra una corsia e l’altra, è un atteggiamento considerato particolarmente pericoloso.

Gli americani hanno una guida corretta e responsabile.

I limite di velocità deve essere rispettato rigorosamente in prossimità dei centri urbani, specie vicino alle scuole.

Interstate: strade di grande percorrenza che collegano fra loro gli Stati e sono facilmente riconoscibili dal fatto di essere indicate dalla lettera I e da una successione di numeri (ad esempio I-4).

Freeways: sono le strade statali, che vi permetteranno spesso di inoltrarvi nelle aree rurali dei rispettivi stati.

Highways: sono il corrispettivo delle nostre autostrade, e proprio come da noi sono indicate in verde. Le uscite stradali sono numerate in modo progressivo, cosa che facilita non poco l’individuazione dell’uscita giusta per la destinazione prescelta. Nel nostro itinerario sono sempre state gratuite.

Junction: corrispondono ai nostri raccordi e sono ben indicati di volta in volta.

No turn on red: Di solito si più svoltare a destra anche con il semaforo rosso, ad eccezione di quando è presente questo segnale.

Left turn yield on green: nella svolta a sinistra occorre dare precedenza a chi proviene dal senso opposto.

 

USA_ON_THE_ROAD_GUIDARE_IN_AMERICA_RAFFAELLACATANIA_TRAVELBLOGGER

 

PARCHEGGI

Per quanto riguarda i parcheggio nei centri abitati, troverete una serie infinita di cartelli stradali, talvolta non facili da interpretare. A Los Angeles, ad esempio, in alcune situazioni, abbiamo preferito usare i grandi parcheggi a pagamento, mediamente cari, ma non ci andava di perdere tempo di cercare altrove. Abbiamo fatto così, ad esempio, al molo di Santa Monica e Venice.

Alcuni parcheggi possono essere gratuiti in certe fasce orarie, come è successo a Beverly Hills, a pochi metri da Rodeo Drive, parcheggiando entro le 18:00.

Lungo le strade si parcheggia pagando con le monete e in molti casi con la carta di credito. Troverete per ogni posto auto la macchinetta che non vi erogherà nessun biglietto, ma vi indicherà il tempo che avete pagato con un timer.

A San Francisco, le prime due ore di parcheggio sono gratuite e mi sono chiesta sinceramente come si potesse calcolare la cosa. Ebbene si rispetta la regola, e dopo le due ore o si sposta la macchina o si paga il parcheggio.

I parcheggi negli hotel sono molto cari, circa 30/35 dollari per 24 ore, ma con la possibilità di entrare e uscire nell’arco delle stesse. In generale i parcheggi più “economici” nelle città, sono quelle indicati come “Pubblic Parking“. Nei parcheggi dei centri commerciali o a ridosso di zone commerciali, spesso sono convenzioni con le attività. Vi basterà, durante lo shopping, farvi convalidare il ticket di ingresso dal negoziante per avere uno sconto.

USA_ON_THE_ROAD_parchimetri_IN_AMERICA_RAFFAELLACATANIA_TRAVELBLOGGER

NOLEGGIO AUTO

Per noleggiare una auto in USA è bene essere informati sulla documentazione necessaria, le modalità di pagamento e le coperture assicurative disponibili, oltre che sui modelli di auto e le compagnie di autonoleggio più affidabili. Noi abbiamo scelto la HERTZ, e per l’assicurazione vi rimando all’articolo fatto in precedenza QUI, che spiega tutto nel dettaglio.

Abbiamo ritirato la macchina a Los Angeles. Appena usciti dall’aereoporto troverete le navette gratuire delle varie compagnie di noleggio, vi basterà prendere la vostra.

Abbiamo riconsegnato la macchina a San Francisco, nel punto HERTZ più vicino al nostro albergo, a pochi metri da Union Square, in centro città.

Vi consiglio di scegliere una macchina comoda e spaziosa, perchè come avete potuto vedere dall’itinerario, passerete molte ore in macchina e spesso avrete le valigie con voi, quindi un portabagagli grande è assolutamente necessario.

Noi avevamo una Toyota Rav4 con cambio automatico.

Per quanto riguarda la documentazione, oltre ad un documento di riconoscimento come il passaporto, vi servirà una patente di guida. E sufficiente quella italiana? Dipende. Per il nostro tragitto SI, è stata sufficiente.

Inutile dirvi che per noleggiare l’auto serve una carta di credito e anche se avete pagato già tutto al momento della prenotazione dall’Italia, vi verranno congelati i soldi della cauzione.

Importantissimo considerare nella prenotazione della macchina anche il navigatore satellitare in lingua italiana. Elemento indispensabile per non perdervi e non sbagliare mai corsia.

USA_ON_THE_ROAD_noleggio_auto_RAFFAELLACATANIA_TRAVELBLOGGER

 

COME FARE BENZINA IN AMERICA

Vi sembrerà una cosa scontata, ma le prime volte che abbiamo fatto benzina in America, avevamo il terrore di sbagliare qualcosa. Spesso quando ci troviamo a fare le cose quotidiane in un luogo completamente diverso dal solito, siamo assaliti da paure irrazionali in fin dei conti infondate. La prima volta che abbiamo fatto rifornimento è stato a Los Angeles su Melrose Av, di sabato mattina presto, in una quasi desertica città, senza alcuno stress e con tutto il tempo di entrare in sintonia con il metodo.

Inizio dalla base, in America, si ragiona a galloni e non a litri. Un gallone quanti litri sono? Un gallone equivale a 3,78 litri, fare benzina negli USA generalmente è più conveniente rispetto all’Italia.

Di solito sulle strade americane è più frequente incontrare una self service station, nella quale dovrai rifornirti da solo. Se riscontrerai qualche problema, potrai comunque rivolgerti all’addetto che si trova al banco.

Che tipo di benzina mettere? Le macchine a diesel sono rare in USA quindi con tutta probabilità l’auto a noleggio andrà a benzina (petrol). La differenza tra Regular, Mid-Grade e Premium risiede nel numero degli ottani, che determina la qualità della benzina.

Se non hai idea di quale tipo di benzina scegliere e non hai particolari esigenze, fai la Regular, in modo da risparmiare qualcosa.

Come Pagare?

  • Carta di Credito: uscire dall’auto, pagare con carta di credito o bancomat (se accettato), e rifornirti alla pompa, avendo cura di controllare che il serbatoio sia dalla parte giusta, perché il tubo della pompa potrebbe non essere abbastanza lungo. In alcuni casi, prima del rifornimento, la macchinetta potrebbe chiederti lo zip code: scrivendo le cifre del tuo codice postale italiano, non dovresti aver problemi.
  • Per pagare in contanti: Andare alla cassa e chiedere di pagare in contanti, in caso la risposta sia affermativa, ti verrà chiesto di fare una stima in dollari di quanti galloni pensi di aver bisogno.

USA_ON_THE_ROAD_fare_benzina_in_america_RAFFAELLACATANIA_TRAVELBLOGGER

Spero di essere stata chiara e per altre curiosità non esitate a contattarmi.

One response to USA on the road, itinerario, la macchina, e come si guida

  1. du an safira Khang Dien quan 9 ottobre 11, 2018 at 13:17

    I think this is among the most vital info for me.
    And i’m glad reading your article. But want to remark on some general things, The website style is perfect,
    the articles is really great : D. Good job, cheers

Lascia un commento

Text formatting is available via select HTML. <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.