Piazza Armerina e Aidone, ecco cosa vedere e tutti gli eventi estivi

giugno 22, 2017 — 3 Comments
Pinterest

piazzaarmenrina_duomo_piazza_travel_raffaellacatania

Organizzare un viaggio in Sicilia non è facile, perchè sono davvero tante le cose da vedere e da vivere. Pensate a quante dominazioni ci sono state in Sicilia, quella araba, la normanna, la greca e la romana. Ecco potete quindi immaginare quanto abbiano lasciato e quanto possa essere interessante scoprire le perle di quella collana chiamata Sicilia.

Piazza Armerina e Aidone sono due tappe da includere nel vostro tour. Vi state chiedendo perchè? Sto per giocarmi due assi importanti che sono certa vi faranno decidere di giocare questa mano.

Piazza Armerina presenta un patrimonio artistico di una notevole rilevanza, conservato in perfette condizioni grazie all’utilizzo della pietra nelle costruzioni. La città è costituita da quattro quartieri storici: Canali, Casalotto, Castellina e Monte. Quest’ultimo era definito il “quartiere dei nobili” ed è quello in cui si erge il monumento che domina con la sua imponenza l’intero borgo, ovvero il Duomo, dedicato a Santa Assunta.

Il Duomo è collocato al centro del paese (proprio di fronte a Suite D’autore), attorniato da viuzze tipicamente medievali e da bellissimi palazzi realizzati in stile rinascimentale e barocco. Nella Piazza del Duomo si può anche notare l’affascinante Palazzo Trigona, realizzato in mattoni di terracotta ed in pietra arenaria locale. Questo palazzo è appartenuto al casato nobiliare più importante della Sicilia, e sull’architrave del balcone centrale vi campeggia ancora il fregio della casata. Camminando per le viuzze non potrete non notare le tante chiese, imponenti e suggestive.

Spostandosi nell’immediata periferia di Piazza Armerina,  ecco la bellissima “Villa del Casale“.  Questa struttura è famosa in tutto il mondo  per i suoi 3500 metri quadri di mosaici, e dal 1997 è stata anche inclusa tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.

Noi abbiamo avuto al fortuna di fare una visita privata in notturna. Tutto era ancora più suggestivo e magico, un luogo ricco di storia e arte. Conserverò questo ricordo per sempre.

IMPORTANTE: Alla Villa Romana del Casale dal 23 luglio per cinque domeniche avrà luogo “Suoni e luci alla Villa“: dalle 21 alle 24 la Villa rivivrà il suo passato, animata da suoni, luci, specchi d’acqua e altre suggestioni, oltre che da incredibili artisti (cantastorie, attori, funamboli). L’ingresso alla Villa durante “Suoni e luci” è gratuito.
piazzaarmenrina_duomo_facciata_travel_raffaellacatania
piazzaarmenrina_duomo_cupola_travel_raffaellacatania
piazzaarmenrina_portone_chiesa_travel_raffaellacatania
piazzaarmenrina_tetti_città_travel_raffaellacatania

piazzaarmenrina_villa_romana_del_casale_mosaici_travel_sicily

piazzaarmenrina_villa_romana_del_casale_raffaellacatania

 

Aidone è un piccolo gioiello medioevale chiuso tra le montagne ennesi, fa parte dell’itinerario della Sicilia greca, con la sua Morgantina fondata secoli e secoli fa da una delle culture più importanti della storia.

La città è piccola ma ricca di chiese davvero bellissime, gli edifici religiosi della città di Aidone sono infatti diversi e ognuno merita una visita. Chiunque sia interessato alla storia di questa città, alle sue origini, al suo divenire non può non girovagare tra tutti gli edifici religiosi. Unica davvero è ad esempio è  le Chiesa ed Ex convento di San Domenico, del 1419, ha la facciata bianca a punta di diamante, molto rara per gli edifici religiosi.

Un  posto da visitare è il Castellaccio, ovvero i resti del castello medievale. Il castellaccio fu costruito nel punto più alto della città in modo da poterne avere una visione completa e controllare inoltre le principali vie di comunicazione della Sicilia Centrale. Qui potete davvero avere un balcone speciale su un pezzo di Sicilia.

Ad Aidone, si trova il Museo Archeologico Regionale, nel quale è conservata la bellissima Venere di Morgantina, scultura d’epoca classica trafugata ma poi tornata a casa.

Il Museo Archeologico Regionale di Aidone ospita i reperti archeologici più importanti rinvenuti dagli scavi di Morgantina. Il Museo è stato organizzato presso le sale di un ex convento di cappuccini.

La visita prevede dei resti risalenti alla fase arcaica della città esposti al pian terreno. Nel primo piano invece si trovano i materiali archeologici di epoca greca. Qui si trova la famosa Venere di Morgantina, statua tornata in Sicilia dopo un lungo contenzioso con il Museo americano che la ospitava in precedenza. Opera greca, realizzata in marmo e calcare da autore della scuola di Fidia (uno dei massimi scultori greci), venne trafugata negli anni ’50 e acquistata dal Paul Getty Museum alla fine degli anni ’80. Alta 2,24 metri dovrebbe riprodurre la Dea Demetra. Bellissime anche gli acroliti di Demetra e Kore, anche questi trafugati e poi dopo molte peripezie ritornati in patria.

A pochi kilometri dalla città di Aidone si trova il sito archeologico di Morgantina, tra i più importanti di Sicilia..

Morgantina è un pezzo di storia, un pezzo di storia molto antica che Aidone porta con sè e non può non mostrare fiera al mondo.

E’ uno dei siti archeologici più interessanti dell’entroterra siciliano e a riprova della sua importanza vi sono numerose fonti storiche che ne parlano ma oltre le parole ci sono anche numerosi reperti ritrovati in seguito agli scavi archeologici effettuati in tutta l’area.

Antico centro strategico, divenuto di considerevole rilevanza durante il periodo greco, è stato riportato alla luce nel 1955 grazie ad una serie di scavi portati a termine dall’Università statunitense di Princeton.

L’agorà di Morgantina è tra i ritrovamenti che si possono vedere appena entrati al sito. Situata sul tracciato della strada principale, è dislocato su due diversi livelli collegati tra loro da un’ampia scalinata, utilizzata anche come schiera di sedili per le assemblee pubbliche. Nella parte superiore erano organizzate diverse botteghe che davano vita, durante il periodo romano, al Macellum.

Anche qui siamo stati più che fortunati di poter vedere il sito al tramonto per una visita privata.

Da alcuni anni ad Aidone si svolge anche la manifestazione “Morgantina rivive” durante la quale bambini e adulti in costume ridanno vita all’antica agorà. Questa manifestazione si svolge il 5 e il 6 agosto di ogni anno,  inizia alle 18:00 ed è gratuita.

Il teatro di Morgantina in luglio e agosto ospiterà una serie di spettacoli ed eventi organizzati in collaborazione con Taormina Arte nell’ambito della manifestazione “Anfiteatro di Sicilia“. A Morgantina si comincia  il 2 luglio con un calendario di spettacoli teatrali ricco di nomi importanti, da Monica Guerritore a Moni Ovadia e Mario Incudine.  Eventi da non perdere se vi trovate in questa zona. In fondo la locandina degli eventi.

Per info, prenotazioni e acquisto biglietti  

Suite D’Autore Point, Via Garibaldi n.40 Piazza Armerina Tel. 3442553627

Pro Loco Aidone, Via Mazzini, Aidone Tel. 0935-86557, prolocoaidone@virgilio.it

 

aidone_piazza_chiesa_sicilia_travel_raffaellacatania

aidone_castellaccio_sicilia_travel_raffaellacatania

aidone_museo_venere_morgantina_archeologia_sicilia_travel

aidone_museo_ade_morgantina_archeologia_sicilia_travel

aidone_museo_acroliti_kore_archeologia_sicilia_travel

aidone_morgantina_vista_sicilia_travel_raffaellacatania

aidone_morgantina_anfiteatro_sicilia_travel_raffaellacatania

aidone_morgantina_scritte_greche_travel_raffaellacatania

aidone_morgantina_agorà_sicilia_travel_raffaellacatania

aidone_morgantina_scavi_sicilia_travel_raffaellacatania

morgantina_anfiteatro_sicilia_locandina_spettaccoli

Share and Enjoy

3 responses to Piazza Armerina e Aidone, ecco cosa vedere e tutti gli eventi estivi

  1. Attilio Billeci giugno 23, 2017 at 16:09

    hO VISSUTO MEZZA VITA AD AIDONE SAlute a tutti gli aidonesi

  2. Ambra luglio 18, 2017 at 17:28

    le foto sono davvero belle.

    • R.Catania luglio 19, 2017 at 07:26

      grazie Ambra <3

Lascia un commento

Text formatting is available via select HTML. <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*