My Helsinki, alla scoperta della capitale finlandese

febbraio 1, 2019 — Leave a comment

myhelsinki_raffallacatania_travelblogger_cattedrale

Il 2019 è iniziato con un viaggio che mi ha portata a Nord, il vero e profondo Nord Europa, alla scoperta della Finlandia, e della sua capitale Helsinki.

Ho trascorso una settimana intera, girovagando in lungo ed in largo in questa città completamente innevata, cercando di coglierne ogni aspetto, mescolandomi tra la gente, bevendo il loro caffè e provando a vivere come una vera local.

I finlandesi sono strettamente legati a tre elementi: l’acqua, il legno e il fuoco. Ma secondo me ne esiste un quarto ed è la neve. In inverno diventa protagonista nella vita della città, è sulle cupole, sui tetti delle case, ammassata agli angoli delle strade, è sui rami secchi degli alberi e sembra quasi diventarne un fiore. È compagna fidata delle panchine e dei lampioni, dei bimbi con gli slittini e dei gabbiani al porto. Invade ogni cosa ma non ostacola la vita di nessuno, semplicemente si fonde con tutto e regala magia.

Vi confesso che da vera sicula non ho un rapporto sereno con il freddo e la neve, ma ho capito che se dovevo sentirmi un po’ finlandese dovevo entrare nell’ottica che la neve e il freddo sono elementi che fanno parte della loro vita, basta saperci convivere.

Visitare una città come Helsinki in inverno regala un fascino completamente diverso rispetto ad altre stagioni e non è assolutamente un periodo da escludere, anzi secondo me regala scenari del tutto unici.

Sul volo Finnair che mi portava in questa meravigliosa città, ho letto alcune curiosità legate alla Finlanda: il 75% è coperta da foreste,  è diventata una repubblica parlamentare nel 1917 e dal 1995 fa parte dell’Unione Europea, solo il 7% dei campi è usato per coltivazioni, il cigno è l’animale simbolo della nazione, si parla finlandese, svedese e sàmi e il consumo di caffè procapite annuale è di 9,9kg.

Sembrano elementi banali, ma delineano molto la vita di un finlandese. Parlando con Elisabeth, la nostra referente per questo progetto, ho scoperto che ogni finlandese desidera una casa immersa nella natura vicino a un lago o perchè no, su una isoletta in mezzo al mare, lontano dai ritmi della città.

Una cosa che mi ha davvero stupito, considerando che Helsinki è si una metropoli ma senza ritmi frenetici, senza traffico o clacson assordanti, non a caso è considerata tra le 10 città al mondo dove si vive meglio. Un città con uno sguardo molto green, con trasporti moderni ed efficienti, grandi aree verdi, numerose piste ciclabili, inquinamento ai minimi livelli grazie all’utilizzo di energie alternative. Eppure al finlandese medio questo non basta, sogna ancora più natura e più isolamento. La città ha una conformazione unica in cui il mare ne è assoluto protagonista. Ci sono circa 300 isole intorno ed è facile trovare la natura anche in città.

myhelsinki_helsinki_sotto_la_neve_gennaio_raffaellacatania_travel_blogger

myhelsinki_mare_in_inverno_porto

myhelsinki_ruota_panoramica_helsinki

myhelsinki_inverno_neve_biciclette

myhelsinki_helsinki_hall_inverno_finlandia_neve

Su instagram  stories vi ho chiesto di farmi alcune domande in riferimento a questo viaggio, ecco quindi le risposte!

 

Dove dormire – APPARTAMENTI AALLONKOTI

Se il vostro soggiorno è abbastanza lungo e vi piace l’idea di immergervi a pieno nelle abitudini del luogo, l’appartamento potrebbe essere la scelta che fa per voi.

Noi abbiamo soggiornato presso Aallonkoti hotel apartments, in un bellissimo monolocale dotato di tutto. Un grande bagno, una pratica zona cucina con tutto quello che vi può essere utile, dal forno a microonde alla lavastoviglie, un comodo letto e una zona living, ultimo ma non per importanza, un bellissimo terrazzino che sicuramente nella stagione più calda è il luogo perfetto per rilassarsi e godere di una bella vista sulla città. Gli appartamenti in questa struttura sono diversi, in base alle varie esigenze.

Il nostro era particolarmente bello perchè completamente arredato con mobili di design puramente finlandese e tutti gli accessori di arredo erano firmati MARIMEKKO, un brand che vi accorgerete da subito, è molto noto in Finlandia. Dai vestiti alle borse di tela, fino ai piatti e agli accessori per la casa,  Marimekko crea tutto questo con stampe di grandi di fiori e righe, coloratissime o in black and white, uno stile inconfondibile da quasi 50 anni.

Il residence offre anche la sauna e il noleggio biciclette ed situato in prossimità del Finlandia Hall, a pochissimi minuti dalla stazione e le vie principali. Qui il silenzio fa da padrone, complice il fatto che tutt’intorno vi sono uffici e che si affacci su un enorme zona verde.

myhelsinki_raffaellacatania_APPARTAMENTI AALLONKOTI_marimekko

myhelsinki_APPARTAMENTI AALLONKOTI_marimekko_design

myhelsinki_APPARTAMENTI AALLONKOTI_marimekko_raffaellacatania

Dove mangiare – i posti che mi hanno colpita di più

In Finlandia si mangia bene e, soprattutto, si mangiano prodotti locali poco lavorati, il che rende la cucina molto semplice e genuina. Stando ad Helsinki, che è un grande città, vi è comunque la possibilità di mangiare qualsiasi cosa, anche una cucina meno territoriale.

Io ovviamente ho voluto assolutamente provare qualcosa di tipico e vi elenco alcuni alimenti  da assaggiare se visitate questo straordinario paese.

Le Karelian pies, come dice il nome, sono originarie della zona di Karelia ma sono diventate subito parte della cultura gastronomica finlandese. Si usa mangiarle a colazione e si tratta di paste a base di farina di segale riempite di riso oppure patate o ancora carote.

Poronkaristys, carne di renna servita con patate e bacche rosse. Semplice, essenziale, decisamente nordico e buonissimo.

Korvapuusti, le famose cinnamon buns  sono la quintessenza del mondo nordico. Morbide e profumatissime, difficile resistere, ovviamene sempre accompagnate da una o più tazze di caffè bollente.

Salmiakki, la liquirizia salata è una delle cose più amate dai finlandesi e si trova praticamente in tutte le forme e prodotti. Sapore molto particolare ma da provare anche solo per curiosità.

Salmone, come non mangiare salmone in Filandia. Elisabetta, mia compagna di viaggio, ne ha praticamente fatto il suo unico alimento per tutta la settimana. Nella insalate, sul pane di segale o nella zuppa.

 

Ecco alcuni posti in cui vi consiglio di mangiare

Ravintola Nokka. Forse il migliore in cui abbiamo cenato. Si trova a due passi da Kauppatori , la piazza del mercato di Helsinki, su un isolotto che si raggiunge grazie ad un piccolo ponticello. Ha una struttura industriale in mattoncini rossi e un ambiente molto caldo e accogliente. La cucina è ottima, io ho scelto uno dei due menù degustazione presenti nel menù. Qui ho provato per la prima volta la carne di renna, che dire ottima.

Restaurant Fishmarket per un pranzo veloce a base di pesce, durante i vostri giri in città. Si trova dentro l’elegante centro commerciale Stockmann Department Store, l’equivalente di una nostra Rinascente. Ottimi i crostini di pane di segale e anche le insalate.

Per un caffè e per colazione decisamente Fazer Cafè, ne troverete diversi in città il più storico si trova in via Kluuvikatu 3. Qui ho fatto colazione ogni mattina e mi sono riscaldata nei freddi pomeriggi, ammirando la neve cadere giù sorseggiando una tazza di earl grey.

Perfetto dopo aver visitato il museo ma anche solo per poter gustare degli ottimi pranzi vi consiglio di andare al Ateneum Bistrò. Come vi dicevo si trova dentro l’Ateneum Museum, in pieno centro a pochi metri dalla stazione, di fronte la bellissima pista sul ghiaccio di Helsinki.

Sokos Hotel Torni: non è un luogo dove mangiare, ma sicuramente dove prendere un aperitivo con vista presso il bar che si trova sulla sommità e si chiama Ateljee Bar. Questo albergo offre la terrazza panoramica più alta di tutta la città, vi permetterà di vedere tutta Helsinki. 

Cafè Regatta è una piccola baita rossa in riva al mare così piccola che da fuori pensi subito che dentro non ci sia posto. Ma come un luogo magico uscito da Alice nel paese delle Meraviglie, entrando scoprirai che anche in poco spazio può entrarci un mondo. I tavoli sono realizzati con piccole porte antiche, le luci sono tutte diverse e vintage, mille gli oggetti appesi alle pareti. E’ uno dei posti più fotografati su instagram della città e merita una visita. Ci sono diversi tavoli anche fuori in riva al mare, che ovviamente in questa stagione è completamente ghiacciato. Il luogo perfetto per ammirare il tramonto sorseggiando una bevanda calda. Qui i cinnamon rolls sono una istituzione. Evitate di andare di weekend perchè troverete fila.

myhelsinki_carne_di cervo_Ravintola Nokka_raffaellacatania

myhelsinki_fazer_cafè_travelblogger_raffaellacatania

myhelsinki_aperitivo_Ateljee Bar

myhelsinki_ateneum_bistrò_dovemangiare_a_helsinki

myhelsinki_cafè_regatta_helsinki_raffaellacatania

Cosa vedere

Per quanto riguarda il cosa vedere o non vedere, come vi dico sempre è molto soggettivo. Sicuramente Helsinki è una città facile da girare sia a piedi che con i tram, che ho di gran lunga preferito alla metropolitana. Con i tram potete arrivare velocemente ma allo stesso tempo ammirare romanticamente la città da uno dei mezzi più belli di sempre.

Vi pubblicherò presto un intero post dedicato sia alla natura che ai musei di Helsinki.

Per quanto riguarda la città imperdibile é:

 

Cattedrale di Helsinki

Camminando per il centro della capitale finlandese è impossibile non imbattersi nell’imponente cattedrale luterana di Helsinki, costruita in stile neoclassico: sorge su una collina che domina la piazza del Senato, Senaatitori.

myhelsinki_cattedrale_inverno_helsinki

Temppeliaukion Kirkko – Chiesa nella roccia

Un vero e proprio capolavoro interamente scavato nella roccia, la chiesa luterana di Temppeliaukion è uno spettacolo per gli occhi, e non è una meraviglia riservata solo ai credenti. Progettato dagli architetti Timo e Tuomo Suomalainem, la Chiesa nella roccia è un vero gioiello dell’architettura finlandese, con il suo mix ben riuscito di materiali in pieno contrasto fra loro.

myhelsinki_Temppeliaukion Kirkko_più_vista_a_helsinki

Kauppatori – Piazza del Mercato

E’ la piazza principale della città, immensa, si affaccia sul mare e regala una immagine iconica di questa città. Sicuramente avrà ancora più fascino con le temperature più miti e le bancarelle del mercato rionale che vendono pesce fritto, verdure arrosto e zuppa di salmone e patate. Tutti i piatti si possono consumare direttamente sul posto, lungo le banchine del porto.

myhelsinki_kuappatori_piazza_del_mercato_guida_raffaellacatania

Vanha Kauppahalli

Proprio di fronte al Kauppatori c’è la sede del mercato coperto più vecchio della città, il Vanha Kauppahalli che, in finlandese vuol dire semplicemente “vecchio mercato coperto”. È in funzione dal 1889 e, da allora, qui si possono acquistare prodotti locali come pesce, formaggio, insaccati di carne di renna e pulla, panini dolci al pistacchio e uvetta. Una meta da non perdere per chi desidera provare i ruislepä, panini aperti di pane di segale guarniti solitamente con salmone affumicato o gamberi.

myhelsinki_Vanha Kauppahalli_mercato_coperto

Chiesa Ortodossa Uspenskin

Stile ortodosso per la chiesa conosciuta per le sue cupole a cipolla, in oro, che impreziosiscono un piccolo, grande capolavoro dell’architettura neobizantina. Anche in questo caso, non serve essere religiosi o praticanti per scegliere di dedicare una tappa del viaggio ad Helsinki alla visita della suggestiva chiesa Uspenskin, situata su una collinetta dell’isola di Katajanokka, unita alla piazza Kuappatori da un ponticello.

myhelsinki_cattedrale_guida_raffaellacatania

Chiesa di Kamppi

Nel quartiere di Kamppi attaccata ad un grande centro commerciale si trova una chiesa unica nel suo genere che merita assolutamente una visita se ci si trova a Helsinki. Si tratta della Cappella di Kamppi, una chiesa luterana caratterizzata da un’architettura minimalista in legno (abete, ontano fresato e frassino) e dalla struttura curva costruita nel 2012 in occasione delle celebrazioni per Helsinki Capitale Europea del Design. È conosciuta come la Cappella del Silenzio poiché destinata ad essere un luogo di raccoglimento in cui godere di un momento di silenzio e riflessione in una delle zone più trafficate della capitale.

myhelsinki_Chiesa di Kamppi_cappella_del_silenzio_helsinki

Oodi

Innaugurata da poco più di un mese, Oodi è la nuovissima Biblioteca Centrale di Helsinki. La biblioteca di 17mila mq è stata progettata dallo studio di architettura finlandese ALA Architects. La biblioteca si sviluppa su tre piani, ognuno con la sua “atmosfera”. Il livello stradale è uno spazio che può rapidamente cambiare configurazione con una lobby aperta per vari eventi, sale, infopoint, punto di riconsegna dei libri e una caffetteria. Il secondo piano comprende uffici, aree giochi, sale riunioni, un laboratorio urbano e spazi per corsi e altre attività. Il terzo piano ospita il Book Heaven: un luogo dove rilassarsi con i libri, un’oasi dove leggere e prendere un caffè. Si trova a pochi metri da Aallonkoti hotel apartments.

myhelsinki_oodi_nuova_biblioteca_comunale_helsinki

Lux Helsinki DA VEDERE SE ANDATE IN GENNAIO

Se pensate di visitare questa città in inverno, perchè non far coincidere il vostro viaggio con il festival delle luci, il Lux Helsinki. In genere si svolge nelle prime settimane di Gennaio ed è davvero uno spettacolo incredibili. Un percorso di quasi 3 km dove poter ammirare opere d’arte e istallazioni luminose.  L’evento presenta una vasta gamma di opere d’arte luminose di artisti internazionali e finlandesi. Suoni e luci si fondono insieme utilizzando superfici e forme differenti. La neve non ferma i migliaia di visitatori che si avvicendano lungo il magico percorso.

myhelsinki_luxhelsinki_festival_raffaellacatania

myhelsinki_lux_helsinki_festival_raffaella_catania_travelblogger

Piccole curiosità

Se decidete di visitare la città in inverno dovrete abituarvi alle sole sei ore di luce. Il sole sorge alle 9:30 e tramonta alle 15:30.

Le temperature sono basse, nei primi giorni di gennaio da una minima di -5 ad  una massima di 1 grado e nevica molto.

Tutti indossano un ciondolo catarinfrangente. Tradizionalmente i catarinfrangenti sono usati nei paesi nordici durante i mesi invernali che sono molti bui, e ovviamente questi piccoli ciondoli hanno la capacità di riflettere la luce. Questo per rendervi visibili agli automobilisti, aiutarvi ad essere più visibile mentre si passeggia per la strada o richiamare l’attenzione dell’autista quando si aspetta l’autobus ed è per questo  che anche l’abbonamento dei mezzi è dotato di un lato catarinfrangente. Questo ciondolo è diventato quasi un oggetto trendy, ne troverete di ogni forma.

 Famossissimi in Finlandia sono i Moomin,  personaggi di finzione creati dalla scrittrice ed illustratrice finlandese di lingua svedese Tove Jansson. Dall’aspetto simile ad ippopotami bianchi, abitano nella valle omonima, luogo tranquillo e sicuro, e le loro storie narrano degli eventi che accadono nella valle. Io ho ricevuto da Elizabeth in regalo un libro e mi sta davvero appassionando.

Mi avete chiesto in molti su instagram se la vita fosse cara. Sicuramente rispetto all’Italia i prezzi sono più alti. Io vi consiglio di risparmiare parecchio comprando la Helsinki Card, che vi permetterà di entrare in molte attrazioni e di usare i mezzi gratuitamente.

Durante il nostro soggiorno io ed Elisabetta siamo state intervistate sia per l’emittente televisiva e radiofonica nazionale. E’ stata una esperienza unica e ci ha fatto sentire doppiamente accolte. L’intervista radiofonica è stata quasi surreale, è stata en plein air, alle 8 del mattino, quando ancora era buoi, sotto le bellissime istallazioni del Lux Helsinki, un ricordo che conserverò per sempre.

 

myhelsinki_moonin_travelblogger_raffaellacatania

Viaggio in collaborazione con MyHelsinki

Foto scattate con Sonyalpha 6300

No Comments

Be the first to start the conversation.

Lascia un commento

Text formatting is available via select HTML. <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.