#enjoysciacca, mini tour dei più bei luoghi dell’agrigentino

settembre 22, 2016 — Leave a comment
Pinterest

sciacca_porto_enjoysciacca

Credo di non peccare di presunzione nell’affermare che la mia terra, la mia trinacria, sia una delle regioni più belle d’Italia.

La sua bellezza è racchiusa nella sua poliedricità, terra scura e rocciosa dell’Etna, pietra bianca nella suggestiva Ortigia, contaminazione Araba nella parte occidentale, contaminazione Greca in quella orientale, spiagge sabbiose e rocciose.

Settimana scorsa ho avuto la possibilità di fare un mini tour nella provincia di Agrigento, la base è stata Sciacca nel bellissimo Bfb Residence  San Marco, che ha lanciato l’iniziativa #enjoysciacca rivolta a blogger e influencer per promuovere il territorio.

Premetto subito che conoscevo davvero poco queste zone e sono stata parecchio entusiasta di far parte di questo nuovo progetto alla scoperta di spiagge incontaminate e siti archeologici ricchi di storia e misticismo.

Vi racconto con immagini e parole i luoghi visitati nei miei tre giorni di soggiorno, che non sono tanti ma che mi hanno permesso di immergermi in pieno nelle bellezza di questo angolo di Sicilia.

bfbresidencesanmarco_enjoysciacca_alloggi_sicilia

enjoysciacca_bfbresidencesanmarco_blogger

Iniziamo da cosa vedere a Sciacca.

Sciacca è una città marinara, turistica e termale, ricca di monumenti e chiese, è nota fra l’altro per il suo storico carnevale e per la sua ceramica coloratissima.

Non servono cartine per muoversi in città, perdetevi e poi ritrovatevi per le strade del centro storico, innamoratevi del panorama a picco sul mare dal belvedere della piazza centrale, e cercate le scale dipinte con le tipiche ceramiche locali. La ceramica di sciacca la troverete ovunque, nelle giare accanto alla maestosa basilica, nei vasi appesi nei balconi storici, nella panchine in pietra.

Da vedere assolutamente le opere particolarissime dell’artista Giulio Lorubbio, in arte Lulo. Il cortile Carini, nella centralissima piazza Saverio Friscia, all’ingresso della città, è divenuto un luogo d’arte, un sito di attrazione artistica. Le opere molto originali, sono realizzate con elementi poveri, riciclati, trovati per strada, in spiaggia, al porto, in campagna. Lulo ha abbellito le mura, la scalinata d’ingresso, la parete d’appoggio di una fontana con varie composizioni di cocci in ceramica e di frammenti di pietra colorata. Il risultato è un angolo di centro storico che ha acquistato nuovo valore, nuovo pregio. Un angolo della città che si lascia ammirare e fotografare.

enjoysciacca_ceramica_sicilia

scale_di_sciacca_ceramica

sciacca_ceramica_enjoysciacca

sciacca_lulo_arte_sicilia

sciacca_panorama_mare_porto

sciacca_piazza_mare_enjoysciacca

lulo_sciacca_enjosciacca

Se passate da Sciacca non potete non visitare il Castello Incantato. Un luogo surreale, magico, un museo a cielo aperto che si trova a pochi chilometri dal centro. Il Castello (che poi non esiste alcune struttura che vi farà pensare ad esso) è frutto del folle lavoro di Filippo Bentivegna che per oltre 50 anni ha scolpito volti e teste nelle pietre. Di ritorno da un periodo di permanenza in America Filippo Bentivegna, che in paese veniva chiamato Filippu di li testi o Filippo il pazzo, acquistò un appezzamento di terra alle falde del monte Kronio dove iniziò a scolpire teste nelle pietre e sulle piante. Passeggiando per il giardino potrete trovare circa 3000 sculture. Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30 durante l’orario invernale e dalle dalle 9.30 alle 20.00 nel periodo estivo.

castello_incantato_bentivegna

img_6662

sciacca_bentivegna_castello_incantato

Adesso parliamo di mare e spiagge, tre sono quelle che ho avuto modo di visitare. Due di queste riserve naturali, selvagge, poco conosciute e belle proprio perchè poco turistiche.

La spiaggia delle solette.Un breve percorso tra vigneti conduce ad una delle più gradevoli spiagge siciliane: la Spiaggia delle Solette (per alcuni Isolette), caratterizzata da alcuni scogli affioranti in prossimità della costa sabbiosa. Il percorso per giungere è un pò’ impervio, noi abbiamo voluto la fortuna di passare tra i vigneti di una gentilissima signora, che conducono proprio direttamente in spiaggia. Era un giorno ventoso ma il mare ha mantenuto il suo fascino.

La riserva naturale di Torre Salsa. E’ è un’area naturale protetta, meno famosa della più nota Scala dei Turchi e forse per questo più affascinante e selvaggia. Troverete anche qui le famose Marne, le rocce bianche e levigate che hanno reso queste coste tanto famose in tutto il mondo. La spiagga sabbiosa e quasi deserta è  lunga chilometri, luogo perfetto per potersi rilassare e fare passeggiate in tutta tranquillità. Il giorno in cui siamo stati noi eravamo completamente soli, è stato davvero suggestivo.

Come arrivare: uscire allo svincolo Bovo Marina – Torre Salsa – Montallegro e seguire le indicazioni stradali per Agriturismo Torre Salsa. Qui pagando un piccolo pedaggio per la macchina accederete direttamente alla spiaggia, quella più caratteristiche con le famose Marne.

A pochi passa dal nostro BfB Residence San Marco, sotto consiglio della gentilissima proprietaria Cristina, abbiamo scoperto la spiaggia di Contrada Foggia. Un piccolo angolo di paradiso, vicino ad un piccolo centro abitato. Da qui si gode la vista di tutta la bella Sciacca e il mare è cristallino e mite.

enjoysciacca_raffaellacatania_spiaggia_solette

enjoysciacca_spiaggiasolette_bloggers

enjoysciacca_spiaggiasolette_viaggi_sicilia

mare_torresalsa_sciacca_enjosciacca

riserva_naturale_torre_salsa_mare_sciacca

riserva_naturale_torre_salsa_raffaellacatania

torre_salsa_scaladeiturchi_sicilia_mare

Sulla strada del ritorno abbiamo fatto tappa ad Agrigento e dedicato il nostro pomeriggio alla visita della Valle dei Templi. Mi vergogno a dirlo ma era la prima volta che visitavo questo luogo così magico e mistico.

Un’area archeologica della caratterizzata dall’eccezionale stato di conservazione e da una serie di importanti templi dorici del periodo ellenico. Corrisponde all’antica Akragas, monumentale nucleo originario della città di Agrigento e oggi luogo incantato da vedere assolutamente se fate tappa in Sicilia.

Vi consiglio la visita nel pomeriggio, in modo da ammirare un magico tramonto e le luci della sera illuminare gli scavi. Camminando non riuscirete a non sentire l’energia di questo luogo, ogni pietra, ogni colonna racconta di mondi antichi. Il prezzo del biglietto è 10 euro, ma devo confessarvi che l’organizzazione è davvero pessima e poco intuivo anche capire dove posteggiare e fare i biglietti.

Ringrazio ancora il BfB Residence San Marco per l’ospitalità, è stato bello sentirsi a casa anche in vacanza, rilassarmi nel patio del nostro appartamento e staccare la spina dopo giorni frenetici.

Su instagram con #enjoysciacca potete vedere le foto del tuor e di tutti i protagonisti di questo progetto.

img_6772

img_6793

img_6837

img_6846

img_6881

img_6954

 

 

Share and Enjoy

No Comments

Be the first to start the conversation.

Lascia un commento

Text formatting is available via select HTML. <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*